L’offerta di materiali per la Stampa 3D è molto varia: ogni tecnologia di stampa ne supporta diversi per soddisfare al meglio le esigenze industriali e di mercato.
È importante conoscere la destinazione d’uso del prototipo 3D che si vuole stampare per poter guidare il Cliente nella scelta del materiale più adatto.


MJP

Una delle tecnologie più versatili è la MJP (Multi Jet Printing). Questa tecnologia di stampa 3D consente di lavorare sia resine plastiche con caratteristiche meccaniche profondamente differenti come gomma, policarbonato, plastiche opache o semitrasparenti estremamente precise e resistenti sia resine biocompatibili per la realizzazione di modelli calcinabili per il settore odontotecnico.


SLA

Con la tecnologia SLA (Stereolitografia) si lavorano con straordinaria definizione resine colorate di varia resistenza fino alla Trasparente Cristallo.


FDM

In FDM (Fused Deposition Modeling) possiamo lavorare materie plastiche comunemente usate in vari settori:

  • PLA, Acido Polilattico, è il polimero dell’acido lattico, una bioplastica che deriva da materie prime rinnovabili come il mais, il grano o la barbabietola, ricche di zucchero naturale (destrosio). È biodegradabile e riciclabile. È un materiale leggero di alta qualità superficiale e stabilità dimensionale. Rigido e non adatto a stress meccanico.
  • ABS, Acrilonitrile Butadiene Stirene è un comune polimero termoplastico utilizzato per creare oggetti leggeri e rigidi come tubi, strumenti musicali, parti o intere carrozzerie automobilistiche, giocattoli ecc. Granuli di plastica in ABS della dimensione minore di 1 micrometro vengono utilizzati negli inchiostri per i tatuaggi poiché hanno la caratteristica di essere particolarmente vividi. Per la stampa 3D è un materiale termoplastico leggero dall’alta resistenza agli urti (anche a basse temperature) e alla deformazione da stress meccanico. Di facile lavorazione, finitura e incollaggio.
  • Nylon, una particolare famiglia delle poliammidi sintetiche. È un materiale straordinariamente versatile; nella stampa 3D è utilizzato sia con la tecnica produttiva FDM che con la SLS (Laser Sintering), fusione attraverso raggio laser di polveri sinterizzate.
    Materiale di eccellente resistenza, tenacità e durezza. Resistente al calore, all’abrasione e all’usura, ha un’alta resistenza chimica ed alle muffe. Verniciabile, incollabile e lavorabile.
  • PETG, è un copoliestere di polietilene tereftalato, un materiale molto resistente utilizzato ad esempio per le bottiglie di plastica; nella stampa 3D permette di ottenere oggetti robusti, duraturi e più flessibili rispetto all’ABS. Ha colori brillanti e traslucidi ed è riciclabile al 100%.
  • CERA un materiale ibrido piuttosto preciso in fase di stampa e sufficientemente duro per poter realizzare pezzi di grandi dimensioni, utilizzabile in fonderia come la cera per la realizzazione di fusioni a cera persa.
  • GOMMA disponibile in vari gradi di durezza misurati con la scala shore industriale.


La ricerca sta inoltre rendendo disponibili sempre più filamenti assimilabili a materiali diversi come legno, pietra, terracotta, bronzo, magnetici, medicali e molti altri.


DMP

Infine i Metalli che la tecnologia DMP (Direct Metal Printing) produce fondendo polveri sinterizzate mediante raggio laser ad altissima temperatura, consentendo di lavorare un set di circa quindici leghe differenti a seconda delle necessità di uso.

 

Tuttoin3D-materiali